Cronaca

Accoltellato perché aveva un crocifisso al collo: follia a Roma

L’autore del gesto è un marocchino, impazzito per aver visto un crocifisso al collo di un uomo.

È successo a Roma, nei pressi della Stazione Termini. Un immigrato marocchino ha accoltellato un uomo la cui “colpa” sarebbe stata quella di avere un crocifisso al collo.  Non si conoscono ancora le condizioni della vittima.

Stando a quanto ricostruito dalle forze dell’ordine, il marocchino ha adocchiato la vittima mentre erano insieme su un autobus. Ha notato il crocifisso e ha iniziato a perdere le staffe.

Non appena l’aggressore e la vittima sono scesi dall’autobus, il marocchino è saltato al collo dell’uomo, cercando di sgozzarlo.

Su Adnkronos un testimone ha dichiarato che  «il marocchino ha urlato ‘Italiano cattolico di m****». «Ha gridato ‘italiano cattolico di m****’ e poi lo ha colpito alla gola. Avrebbe potuto ucciderlo».

Il tentato omicidio è stato effettuato con un coltello da cucina che a quanto pare il marocchino era solito portare con sé. L’aggressore ha poi tentato la fuga, senza riuscirci. A fermarlo è stato un poliziotto.

In seguito all’aggressione il Ministro degli Interni Matteo Salvini ha scritto: «Scrivo a tutti i prefetti e questori per aumentare controlli e attenzione in luoghi di aggregazione di cittadini islamici, per prevenire ogni tipo di violenza contro cittadini innocenti».

Tag

Articoli correlati

Rispondi

Back to top button
Close