Cronaca

Accedeva a Facebook dal posto di lavoro, licenziata

La sentenza è definitiva.

La segretaria di uno studio medico della provincia di Brescia è stata definitivamente licenziata dopo una sentenza della Cassazione. La Corte suprema si è così pronunciata ai danni della donna, colpevole di accedere continuamente a Facebook durante gli orari lavorativi. Si calcola, infatti, che l’ex dipendente aveva collezionato ben 4500 accessi al popolare social network in diciotto mesi. Un record. La scoperta è avvenuta grazie a un monitoraggio della cronologia relativa al suo computer.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close