Bioetica

Aborto, vescovi dell’Irlanda del Nord: “Tutti moralmente obbligati ad opporsi”

«Tutti sono moralmente obbligati ad opporsi a questa legge ingiusta con l’obiezione di coscienza».

I vescovi cattolici dell’Irlanda del Nord si sono attivati contro la nuova legge sull’aborto entrata in vigore con due emendamenti approvati a luglio dal Parlamento di Westminster.

«Nessuno – hanno affermato in una nota – è obbligato in coscienza a collaborare con qualsiasi azione consentita da questa legge che porti direttamente e intenzionalmente all’uccisione di un nascituro».

«Tutti i cristiani e le persone di buona volontà sono obbligati in coscienza a non partecipare formalmente ai servizi di aborto, anche se consentito dalla legislazione civile. Il diritto di rifiutare di partecipare a qualsiasi aspetto nella fornitura di servizi di aborto come la consultazione, l’amministrazione, la preparazione, oltre all’atto diretto e intenzionale dell’aborto stesso», hanno concluso.

LEGGI ANCHE: Sempre meno bambini con la Sindrome di Down: aumentano gli aborti in Inghilterra.

Tag

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close