Aborto in base al sesso: la folle proposta che sta avanzando

di VoceControCorrente

Ecco cosa sta succedendo.

Abortire in base al sesso del nascituro? Potrebbe diventare legale. Sta succedendo in Australia, nello stato del New Galles, dove è in corso un dibattito parlamentare sulla modifica della legislazione relativa all’aborto.

Tra un emendamento e l’altro, alla Camera bassa è stato bocciata la proposta avanzata dai partiti tradizionalisti di vietare per legge la possibilità che venga praticata l’interruzione di gravidanza per volontà della madre, sulla base del sesso del nascituro. In altre parole, qualora una donna volesse un maschietto e la natura le desse una figlia femmina, la “madre” sarebbe autorizzata ad abortire, giusto per soddisfare le sue voglie e i suoi desideri.

Il rischio che la legge venga ora promulgata con questa orrenda clausola è grave, anche perché la proposta pare aver ottenuto l’appoggio anche del governo in carica.

Una deriva determinata dalla diffusione di quella “cultura dello scarto” a cui ci sta abituando la società contemporanea, per cui un figlio non è un essere vivente ma un capriccio di due genitori (quando gli va bene), da desiderare e o cestinare a seconda del caso.

Ti è piaciuto l'articolo? Sostienici con un 'Mi Piace' sulla nostra pagina Facebook!

Articoli Correlati