x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Gerusalemme, scoperte prove di un terremoto citato dalla Bibbia

Voce Contro Corrente

Gerusalemme, scoperte prove di un terremoto citato dalla Bibbia

venerdì 06 Agosto 2021 - 19:21
Gerusalemme, scoperte prove di un terremoto citato dalla Bibbia

Un team di archeologi israeliani ha scoperto a Gerusalemme, nell’antico insediamento della città di Davide, rovine risalenti al VIII secolo a.C. che proverebbero il devastante terremoto descritto nella Bibbia, prima nel libro del profeta Amos e poi ripreso nel libro del profeta Zaccaria.

L’annuncio è stato dato dall’Autorità per le antichità israeliane In un documento di ricerca di prossima pubblicazione, gli archeologi israeliani spiegano che in una particolare struttura dell’VIII secolo a.C. lo strato di distruzione non mostrava segni di fuoco, ma altri fattori suggerivano che l’edificio era stato danneggiato da un evento traumatico, apparentemente un terremoto.

In una stanza dell’edificio una fila di vasi rotti è stata scoperta lungo una parete sopra la quale sono state trovate delle pietre cadute. “Sembra che queste pietre fossero la parte superiore delle pareti della stanza, che erano crollate, distruggendo i vasi che erano stati posti lungo il muro”, riferisce “The Times of Israel”.

Finora il più antico strato di distruzione di Gerusalemme accertato proveniva dalla conquista babilonese del 586 a.C. Per gli archeologi, un ancoraggio storico precedente – se provato con altri esami – servirà come un importante punto di riferimento stratigrafico per nuovi scavi scientifici. Attraverso decenni di ricerche, archeologi e sismologi hanno documentato con successo la veridicità storica di un tale terremoto che si diffuse nel Regno di Giuda 2.800 anni fa. Per esempio, nel sito di Tel Megiddo, un terremoto con una data simile è stato stabilito dopo anni di ricerche.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta