x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Dio, gli alieni e la teoria degli estremi confini

Voce Contro Corrente

Dio, gli alieni e la teoria degli estremi confini

Max Ministeri

 |
mercoledì 16 Giugno 2021 - 15:41
Dio, gli alieni e la teoria degli estremi confini

Il Pentagono renderà pubblico un rapporto sui fenomeni aerei non identificati, commissionato lo scorso anno dalla amministrazione Trump, e confermato da quella attuale. Tanta attesa tra chi aspetta la conferma dell’esistenza di extraterrestri, e chi invece pensa che si tratti di avanzate tecnologie di altre potenze mondiali, rivali degli Stati Uniti.

Negli Stati Uniti, dopo decenni di negazionismo, il Pentagono ha creato lo scorso anno la divisione Unidentified Aerial Phenomenon (UAP), per “individuare, analizzare e catalogare i fenomeni aerei non identificati che potrebbero rappresentare una minaccia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti”. UAP è la nuova sigla che sostituisce UFO, e comprende una categoria più ampia di fenomeni.

E la lista si allunga. In Giappone esistono specifiche linee guida per i piloti militari in caso d’incontri con UAP; in Argentina, Israele e in altri paesi ci sono state ammissioni ufficiali di contatti. In Cina nella seconda metà dello scorso anno, in piena pandemia, il NAOC, osservatorio astronomico nazionale cinese, ha aperto a tutti gli astronomi e fisici del resto del mondo, il FAST, Five hundred meter Aperture Spherical Telescope, un gigantesco radiotelescopio costruito tra le montagne nel sud-ovest del paese dal 2011 al 2016, per esplorare l’universo e per studiare mondi alieni e segnali di vita extraterrestri.

Dagli Stati Uniti all’ Europa c’è stata una propaganda d’informazione trasversale e improvvisa, come mai abbiamo visto nella storia recente.

Curiosamente tutto questo “risveglio” verso l’argomento UFO/Alieni, sta avvenendo in una situazione mondiale dove lo scenario, per chi non se ne fosse ancora destato, è al quanto destabilizzato e sconvolto. Forse come mai lo è stato nella recente storia dell’umanità. Non vi è area nel mondo conosciuto che non sia scossa: Economica, Socio-sanitaria, Geopolitica, Ambientale, Climatica, Umana, Religiosa e Spirituale.

Curioso è anche il fatto che dopo circa 70 anni di ingegnosa danza del Top Secret da parte di tutte le istituzioni militari, di intelligence e Security per celare la loro esistenza, all’improvviso ecco un festival mediatico.
Dopo tutto questo tempo non può non balzare all’attenzione lo spettro di un intenzionale frettolosa esigenza di confermare la loro esistenza.
Così come non può passare inosservato il tempismo con cui hanno “acceso” la questione, non certo di poca rilevanza per l’intero genere umano, in un momento storico fortemente destabilizzato.

Se venisse confermata l’esistenza e la presenza di esseri viventi non terrestri la questione esistenziale dell’uomo e trascendente rispetto al divino in quanto tale, sarebbe un shock che ricadrebbe su tutta l’umanità e andrebbe ad innescare quello che si potrebbe definire uno sgretolamento delle “certezze” e l’apertura a “nuove” considerazioni, teorie e necessità spirituali o religiose certamente più convergenti, per “gestire” l’eventuale contatto con altre creature.

A questo riguardo non si è fatta attendere la chiesa cattolica nello specifico Don Paolo Scarafoni presbitero diocesano e Filomena Rizzo che insegnano insieme teologia in Italia e in Africa, ad Addis Abeba. Sono autori di libri e articoli di teologia e citando da un loro articolo si legge:

“Qualora nel rapporto statunitense si confermasse la reale possibilità di relazionarsi con creature intelligenti diverse da noi, alla teologia si porrebbero difficili tematiche relative alla cristologia (incarnazione e salvezza in Cristo) e all’antropologia.”

Ovvero mettere in discussione Cristo e il Cristianesimo. Ma proseguiamo con le dichiarazioni: “Cristo è entrato nella creazione facendosi uno di noi, ha scelto l’uomo e la Terra. Su questo mistero per molto tempo si sono basati il geocentrismo e l’antropocentrismo, che purtroppo hanno causato a volte molto dolore. Cristo ci insegna la kenosi per mostrarci la dignità di tutti gli uomini e anche delle altre creature diverse da noi. Il Cristocentrismo, nella dimensione dell’incontro e della comunione con Lui, va oltre i confini della Terra, ed è possibile anche per creature intelligenti diverse da noi. L’essere un uomo per Cristo è la via, il servizio, non il privilegio e il dominio”.

Prosegue: “Come relazionarci alla meravigliosa scoperta di esopianeti abitabili, dove si può sviluppare la vita, e all’arricchente incontro con creature intelligenti da ospitare e non da combattere, ci è indicato nelle Scritture: «I cieli narrano la gloria di Dio, l’opera delle sue mani annunzia il firmamento» (Salmo 19,1). Cristo, Re dell’Universo insegna a tutti gli uomini e a tutte le creature ad accogliersi e ad amarsi.”

Dalla versione NUOVA RIVEDUTA SALMO 19:1 I cieli raccontano la gloria di Dio e il firmamento annunzia l’opera delle sue mani. Si resta quanto meno perplessi nel leggere il versetto preso in modo decontestualizzato. Secondo la citazione del teologo si può verosimilmente intendere che se sono le mani di Dio ad annunziare il firmamento si potrebbe intendere che siano le mani di Dio ad aver creato anche altri esseri inclusi nell’universo. Intendimento che non conferma la Parola. Così come le considerazioni precedenti, disallineate dalla Parola scritta.

Certamente l’azione di distrazione di massa e le “ristrutturazioni teologiche” rispetto a Cristo e alla Sua centralità che si accenderebbero sulla scorta del fenomeno “Alieni”, non potranno far altro che perpetrare separazione tra l’essere umano e ciò che è la Via, la Verità e la Vita.
L’annuncio dell’esistenza degli “Alieni” apre scenari certamente inquietanti. Questa possibilità vista attraverso la Parola di Dio, da coloro che hanno una RELAZIONE autentica con Dio e vivono la Parola, non può che confermare le Scritture stesse riguardo agli ultimi tempi. Anzi, gli ultimi termini dei tempi.

1 TESSALONICESI 4:17

Come spesso accade, i lunedì di Missione Paradiso Live anticipano e tracciano un segno profetico rispetto a ciò che accade nel mondo. Insieme alla redazione di Notizie dal Fronte, Enzo Incontro apre una finestra sulla verità, filtrando i fatti rispetto ai tempi che stiamo vivendo, in modo rivelato e oggettivo. Soprattutto viene mostrato come, attraverso quella cartina di tornasole perfetta ed autentica che è la Parola di Dio, il puzzle della nostra storia e del nostro destino, si sta incastrando e compiendo perfettamente. In accordo con le scritture. La verità è al di sopra di ogni divisione, di ogni umana interpretazione e di ogni religione.

MATTEO 24:34,35
IO vi dico in verità che questa generazione non passerà prima che tutte queste cose siano avvenute. Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.

Max Ministeri

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta