x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

In Italia verrà presto introdotto il Green Pass, passaporto obbligatorio per viaggiare: ma è pericolo discriminazione

Voce Contro Corrente

In Italia verrà presto introdotto il Green Pass, passaporto obbligatorio per viaggiare: ma è pericolo discriminazione

lunedì 19 Aprile 2021 - 11:56
In Italia verrà presto introdotto il Green Pass, passaporto obbligatorio per viaggiare: ma è pericolo discriminazione

In Italia verrà presto introdotto il Green Pass, ovvero un passaporto vaccinale che permetterà di viaggiare. La commissione Ue vorrebbe lanciarlo a partire dal primo giugno ma già diversi Stati lo hanno attivato.

Il certificato consiste in un Qr Code da tenere nello smartphone o da stampare su carta, con tre alternative per dimostrare di poter viaggiare: essersi sottoposti alla vaccinazione, essere risultati negativi a un tampone, oppure essere guariti dal Covid-19 ed avere sviluppato gli anticorpi.

Il sistema, tramite app, sarà pronto il primo giugno e gli Stati potranno implementarlo perché diventi pienamente operativo tra i 27 e nell’area Schengen a luglio.

Passaporto vaccinale: un modo per discriminare chi non è vaccinato?

L’introduzione del Green Pass, ovvero del passaporto vaccinale, non trova il sostegno di tutti. “Il passaporto vaccinale è una follia. Può essere inteso in due sensi: come un obbligo ma anche come una comodità per non dover più vivere costretto a qualunque limitazione”.

Così Vittorio Sgarbi durante una manifestazione per presentare l’appoggio della sua lista elettorale al movimento #IoApro alla Bocca della Verità di Roma.

“A questo punto però uno che non ha fatto il vaccino si trova discriminato”, ha proseguito Sgarbi: “Il loro alibi è che la Costituzione consente di emanare una legge che permetta l’introduzione di questo documento”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta