x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Eutanasia e suicidio assistito: Chiesa e medici si oppongono in Irlanda

Voce Contro Corrente

Eutanasia e suicidio assistito: Chiesa e medici si oppongono in Irlanda

giovedì 25 Marzo 2021 - 12:58
Eutanasia e suicidio assistito: Chiesa e medici si oppongono in Irlanda

I rappresentanti delle varie confessioni cristiane dell’Irlanda protestano contro il “Dying with Dignity Bill”, progetto di legge su eutanasia e suicidio assistito oggetto di discussione in queste settimane in Parlamento.

Già a febbraio una petizione da 2000 firme, tra medici ed infermieri, aveva chiesto di abbandonare ogni tentativo di legalizzazione dell’eutanasia nel paese.

Suicidio assistito in Irlanda, la Chiesa si oppone

“Se il progetto di legge dovesse diventare legge, legalizzerebbe il suicidio assistito dal medico per chiunque viva sull’isola d’Irlanda – ha argomentato la Chiesa Presbiteriana -. Bisogna invece migliorare la risposta di assistenza a coloro che si avvicinano alla fine della vita in modo coerente, per aiutarli a vivere il meglio possibile fino alla fine della loro vita”.

L’accento è posto sul trattamento offerto ai cittadini vulnerabili, cifra del valore di una società. “Questo dovrebbe essere l’obiettivo della politica e dello Stato”.

Anche la Chiesa d’Irlanda si è espressa contro la “legalizzazione dell’eutanasia, cioè l’uccisione di un altro essere umano”. I rappresentanti della Chiesa Cattolica hanno sottolineato il valore delle cure palliative.

“Le buone cure palliative offrono ai malati terminali la migliore possibilità di raggiungere una fine della vita dignitosa e pacifica. Il progetto di legge – hanno dichiarato i vescovi- limiterebbe anche le coscienze degli operatori sanitari che obiettano, al fine di facilitare qualcosa che sanno essere gravemente immorale e del tutto incompatibile con la loro vocazione a curare”.

Analoga posizione per Joan Freeman, fondatrice di “Pieta House” e del “”Centro per la prevenzione dell’autolesionismo o del suicidio”. Freeman ha sottolineato che la legge equivarrebbe a “dire alle persone alla fine della vita che sono un peso”. Necessaria, piuttosto, “una nuova narrativa sulla morte e sulla prevenzione del suicidio, che faccia sentire ogni membro della società realmente apprezzato“.

Leggi anche: Portogallo, la Corte Costituzionale boccia la legge su eutanasia

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta