x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Giornata mondiale della Sindrome di Down, il Papa: “Ogni bimbo nel grembo di una donna va accolto, sempre”

Voce Contro Corrente

Giornata mondiale della Sindrome di Down, il Papa: “Ogni bimbo nel grembo di una donna va accolto, sempre”

domenica 21 Marzo 2021 - 17:47
Giornata mondiale della Sindrome di Down, il Papa: “Ogni bimbo nel grembo di una donna va accolto, sempre”

“In occasione della Giornata mondiale delle persone con Sindrome di Down, istituita dall’assemblea generale dell’Onu, il richiamo di Papa Francesco deve esortarci a mettere in campo tutte le misure e le risorse necessarie affinché le famiglie possano essere sostenute nell’accogliere il dono della vita. ‘Ciascun bimbo che si annuncia nel grembo di una donna ha bisogno di essere amato e curato’ ci dice il Pontefice e il governo ha il dovere di investire nel sostegno della maternità, anche quando lo screening indica il rischio di trisomia 21, per una società sempre più inclusiva”, lo afferma Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia.

“Il Papa ha più volte parlato di quella cultura dello scarto che si fa largo nel nostro mondo, quella mentalità che respinge i più deboli e i più fragili: bisogna investire per arginare queste derive, perché il rispetto dell’individuo e l’inclusione del più debole possa vincere sugli egosimi – prosegue la deputata azzurra -. E nella costruzione di questa nuova cultura, una cultura di accoglienza del dono della vita, il ruolo dello Stato deve essere da protagonista, indirizzando le istituzioni tutte verso questo obiettivo. Naturalmente non bastano le parole, ma servono progetti e risorse: c’è un tessuto associazionistico che supporta e lavora a fianco delle persone con sindrome di Down e delle loro famiglie – conclude Simona Vietina – che rappresenta un grande patrimonio da valorizzare.

La Giornata dedicata alla Sindrome di Down

Il tema scelto per quest’anno è “Connect”. L’obiettivo è quello di mettere in connessione la comunità mondiale delle persone con sindrome di Down in modi innovativi per continuare a sostenere pari diritti e opportunità.

Sottolinea Vatican News che, ad esempio in Italia, oggi sono 48mila le persone con sindrome di Down.

Alcuni sono ben inseriti, lavorano e partecipano attivamente alla vita sociale, anche grazie alle tante associazioni che si occupano di loro. Ma sono ancora tanti quelli che vivono, spesso, in una situazione di isolamento. CoorDown, il Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down, in occasione della Giornata mondiale, ha lanciato la campagna di sensibilizzazione internazionale “The hiring chain”.

La finalità è quella di affermare che l’inclusione lavorativa non e’ solo un diritto da garantire oggi più che mai per ogni persona, ma porta benefici nel contesto lavorativo e nella società tutta. Infatti molto spesso le persone con sindrome di Down hanno grosse difficoltà nel lavoro, andandosi a scontrare con barriere e pregiudizi. L’obiettivo e’ quello di far in modo che queste persone possano avere pari opportunità di lavoro, riuscendo così a crescere sia professionalmente sia personalmente.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta