x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

AstraZeneca, Speranza: “Attendiamo il giudizio Ema per giovedì”

Voce Contro Corrente

AstraZeneca, Speranza: “Attendiamo il giudizio Ema per giovedì”

martedì 16 Marzo 2021 - 13:09
AstraZeneca, Speranza: “Attendiamo il giudizio Ema per giovedì”

Tranquillizzare chi si è già vaccinato con AstraZeneca, auspicare chiarezza e la ripresa della campagna. Questi gli obiettivi delle dichiarazioni del ministro della Salute Roberto Speranza al direttore del Corriere della sera, Luciano Fontana. L’occasione è stata quella dell’evento “Online Talk Sanità – Strategie per la Riforma del Sistema e Vincere la Pandemia”.

Speranza: “Giovedì giudizio Ema, si auspica ripresa vaccinazione”

“Quando emergono fatti nuovi come ieri è giusto fermarsi per fare una verifica, questo deve aumentare fiducia dei cittadini”, ha dichiarato Speranza ribadendo la natura precauzionale dello stop ai vaccini di AstraZeneca.

“C’è stato un confronto tra i ministri della salute: ora i governi attendono il giudizio Ema per giovedì e siamo fiduciosi che possano emergere tutti gli elementi di rassicurazione per consentirci di riprendere la vaccinazione. E’ giusto avere cautela”.

Vaccini, attese 50 milioni di dosi per il secondo trimestre

Quanto alle vaccinazioni con altri sieri, Speranza ha parlato di “un’accelerazione forte che dobbiamo poi tradurre in capacità logistica di somministrare i vaccini sul territorio“. Si parla di oltre 50 milioni di dosi attese per il secondo trimestre (7,3 milioni del monodose di J&J) e di 80 milioni per il terzo trimestre.

In questa prospettiva, dunque, si sta lavorando “a una norma che consentirà anche agli infermieri di contribuire alla campagna vaccinale, e anche alle farmacie”.

“Chi ha fatto il vaccino AstraZeneca non deve preoccuparsi”

Infine, rassicurazioni per chi ha già fatto il vaccino AstraZeneca. “Questa è una pausa solo precauzionale. I vaccini sono e restano l’arma fondamentale con cui uscire da questi mesi difficili”, ha dichiarato il ministro della Salute. “Quando emergono fatti nuovi come ieri è giusto fermarsi per fare una verifica, questo deve aumentare fiducia dei cittadini”.

Intanto, con un post su Facebook, il ministro ha ringraziato i pediatri di libera scelta, gli specialisti ambulatoriali e gli odontoiatri che hanno sottoscritto con Governo e Regioni i protocolli relativi alla partecipazione alla campagna di vaccinazione. “Anche con il loro impegno, quando avremo più dosi disponibili, potremo meglio combattere il virus”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta