x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Gianni Agnelli, oggi i 100 anni dalla nascita: le 10 frasi celebri dell’Avvocato

Voce Contro Corrente

Gianni Agnelli, oggi i 100 anni dalla nascita: le 10 frasi celebri dell’Avvocato

venerdì 12 Marzo 2021 - 12:25
Gianni Agnelli, oggi i 100 anni dalla nascita: le 10 frasi celebri dell’Avvocato

La Fiat, la Juventus, la Ferrari. Bastano queste tre parole per richiamare immediatamente alla memoria l’avvocato Gianni Agnelli a cento anni dalla sua nascita, avvenuta il 12 marzo 1921. Queste le tre grandi passioni dell’Avvocato.

Orfano di padre giovanissimo, a soli 14 anni, Agnelli passa gli anni dell’adolescenza fra lo studio e il jet set internazionale, tra la Costa Azzurra e New York. Arriva alla guida dell’azienda di famiglia nel 1966, sostituendo il presidente Vittorio Valletta.

Non solo di automobili, però, visse l’Avvocato. La prima passione, su tutte, la Juventus, della quale fu presidente dal 1947 al 1954 e tifoso per tutta la vita.

Per l’occasione, il ministero dello Sviluppo economico gli renderà omaggio emettendo un francobollo speciale in 300mila esemplari: lo stabilimento di Mirafiori sullo sfondo, con davanti un suo ritratto e la firma autografa.

Le 10 frasi celebri dell’Avvocato Agnelli in occasione dei 100 anni dalla nascita

  1. La mia vita privata non conta niente. Quello che conta è essere al servizio della Fiat al momento giusto, come adesso.

2) Mio nonno aveva il 70 per cento delle azioni Fiat in portafoglio e le gestiva dando dividendi bassi. Anche perché li avrebbe distribuiti in massima parte a se stesso. Preferiva accantonare a riserva e con le riserve costruì la grande Mirafiori. Ma nessuno lo sapeva perché lui parlava poco. Insomma non era come me che all’assemblea racconto tutto.

3) Un uomo che non piange, non potrà mai fare grandi cose.

4) Per essere italiani nel mondo, dobbiamo essere europei in Italia.

5) Ho conosciuto mariti fedeli che erano pessimi mariti. E ho conosciuto mariti infedeli che erano ottimi mariti. Le due cose non vanno necessariamente assieme.

6) Buscetta ha detto di essere ossessivamente un tifoso della Juventus? Se lo incontrate ditegli che è la sola cosa di cui non potrà pentirsi.”

7) Tutto quello che ho, l’ho ereditato. Ha fatto tutto mio nonno. Devo tutto al diritto di proprietà e al diritto di successione, io vi ho aggiunto il dovere della responsabilità.

8) Io non ho nessuna passione per la politica e per i politici. Riconosco che è un’attività necessaria e anzi che, almeno in teoria, è la più nobile di tutte, quella che gestisce gli interessi della polis, della comunità. Ma non mi piace l’inevitabile parzialità dei partiti e l’altrettanto inevitabile egoismo di chi li guida.

9) La creatività è il piacere più grande. È il solo vero valore aggiunto della vita, capace di comprendere tutti gli altri.

10) Mi piace il vento perché non si può comprare.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta