x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Coldiretti, il 55% del Pil è in zona arancione: “Un costo elevato per il Paese”

Voce Contro Corrente

Coldiretti, il 55% del Pil è in zona arancione: “Un costo elevato per il Paese”

giovedì 18 Febbraio 2021 - 11:06
Coldiretti, il 55% del Pil è in zona arancione: “Un costo elevato per il Paese”

Oltre la metà (55%) del Pil nazionale viene prodotto nelle regioni che stanno per cambiare colore diventando zona arancione a causa della ripresa dei contagi Covid.

È quanto emerge da un’analisi della Coldiretti sugli effetti delle possibili nuove regole da applicare in Piemonte, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Marche e Lombardia. Con il passaggio in zone critica, sottolinea la Coldiretti, non scattano solo pesanti limitazioni agli spostamenti e allo shopping, ma vengono colpite anche attività economiche con effetti sul piano produttivo e sulle opportunità occupazionali. In particolare viene colpita la food valley italiana dove si produce circa il 33% del Made in Italy agroalimentare e si concentrano la maggioranza di bar, ristoranti, trattorie, pizzerie e agriturismi costretti a sospendere i servizi al tavolo e al bancone.

Un costo elevato per il Paese, con gli effetti della limitazione delle attività di ristorazione, che si fanno sentire a cascata sull’intera filiera agroalimentare con disdette di ordini per le forniture dal vino all’olio, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura. A rischio, conclude la Coldiretti, c’è la prima ricchezza del Paese con un valore che supera i 538 miliardi.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta