x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

In Molise rapida e anomala diffusione del Covid : zona rossa in 27 Comuni

Voce Contro Corrente

In Molise rapida e anomala diffusione del Covid : zona rossa in 27 Comuni

domenica 07 Febbraio 2021 - 21:58
In Molise rapida e anomala diffusione del Covid : zona rossa in 27 Comuni

Ventisette comuni del Basso Molise in zona rossa: lo ha deciso il presidente della Regione Donato Toma con una ordinanza su indicazione dell’Asrem.

La decisione è stata presa dopo che nei giorni scorsi altri piccoli comuni della zona erano già finiti in regime ristretto. L’ambito è quello del distretto sanitario di Termoli.

Sono i numeri a preoccupare in Molise, non si interrompe infatti la catena dei decessi riconducibili al Covid-19. Nelle ultime 24 ore si sono registrate altre 5 vittime, 293 in totale dall’inizio dell’emergenza, 84 nuovi contagi, in leggera diminuzione rispetto a ieri (91), a fronte di 631 tamponi refertati, ieri 692, 31 guariti, 7 ricoveri nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Cardarelli di Campobasso. Si apprende dal report diffuso in serata dall’Azienda sanitaria regionale (Asrem).

Nuovi contagi in Molise, comuni in zona rossa

Tra i nuovi contagi, si registrano 14 a Campomarino (Campobasso) e 17 a Termoli (Campobasso). Il totale dei ricoverati in malattie infettive è 71, due in più rispetto a ieri, 11 in terapia intensiva (invariato), quello degli attualmente positivi in regione è 1.408, gli asintomatici a domicilio 1.322, mentre il totale dei soggetti in isolamento è 1.561, 2.753 le visite domiciliari attualmente effettuate dalle Unita’ speciali di continuità assistenziale (Usca).

“Sicuramente questo aumento dell’ultimo periodo e’ anomalo e ci crea molta preoccupazione – ha dichiarato i sindaco di Termoli Francesco Roberti -. A questo punto attendiamo la verifica da parte dell’Asrem se tutto cio’ non sia riconducibile ad una possibile mutazione del virus”.

Per il primo cittadino di Portocannone, Giuseppe Caporicci: “Speriamo che venga accompagnata da una significativa presenza delle forze dell’ordine per assicurare i controlli, onde evitare che l’efficacia dei provvedimenti di contenimento della diffusione del virus venga compromessa da comportamenti sconsiderati dei pochi che non hanno ancora compreso la gravita’ della situazione”. Il consigliere regionale e segretario del Pd Molise Vittorio Facciolla esprime soddisfazione per la decisione del Presidente Toma e stigmatizza: “Ci chiediamo perchè non sia stata presa prima. Il monitoraggio degli ultimi due giorni riporta come il 30% dei nuovi positivi e’ di Termoli, il 50% se invece si considerano Termoli e Campomarino. Gli ospedali non hanno più posto in terapia intensiva e i nostri malati iniziano ad essere trasferiti fuori regione, per ora a Vasto. Bisognava cercare di impedire in tutti i modi che il virus potesse continuare a diffondersi con questa rapidità proprio perchè sappiamo ormai che non possiamo garantire un’offerta sanitaria adeguata”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta