x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Salvini: “Chiese aperte a Pasqua: può essere un momento di speranza”

Voce Contro Corrente

Salvini: “Chiese aperte a Pasqua: può essere un momento di speranza”

domenica 05 Aprile 2020 - 12:41
Salvini: “Chiese aperte a Pasqua: può essere un momento di speranza”

Matteo Salvini, leader della Lega, ha proposto di aprire le chiese per la messa di Pasqua, pur rispettando le misure di sicurezza.

Matteo Salvini, leader della Lega, ha proposto di aprire le chiese per la messa di Pasqua, pur rispettando le misure di sicurezza.

L’ex Ministro dell’Interno, in un’intervista rilasciata a SkyTg24, ha affermato: «Sostengo la richieste di coloro che dicono di poter entrare in chiesa, seppur ordinatamente, con le distanze di sicurezza, per la messa di Pasqua, magari un po’ alla volta, in quattro o cinque. Rispettando le distanze, in numero limitato: la Pasqua per milioni di italiani può essere un momento di speranza».

E ancora: «Non vedo l’ora che la scienza e anche il buon Dio, perché la scienza da sola non basta, sconfiggano questo mostro per tornare a uscire. Ci avviciniamo alla Santa Pasqua e occorre anche la protezione del Cuore Immacolato di Maria».

«Si può andare dal tabaccaio – ha affermato Salvini – perché senza sigarette non si sta, per molti è fondamentale anche la cura dell’anima oltre alla cura del corpo. C’è un appello mandato ai vescovi di poter permettere a chi crede, rispettando le distanze, con mascherine e guanti e in numero limitato, di entrare nelle chiese, come si entra in numero limitato nei supermercati. La Santa Pasqua, la resurrezione di nostro Signore Gesù Cristo, per milioni di italiani può essere un momento di speranza da vivere».

LEGGI ANCHE: Crimi (M5S) sulla Sanità: “Deve tornare allo Stato”.

LA REAZIONE DEL SINDACO DI MILANO

«Se tu vuoi veramente arrivare a fare riaprire le Chiese come dici e se lo dici non solo per fare un titolo su un giornale allora devi fare una cosa molto chiara: chiedere alla Lombardia o al Veneto che governi di fare un’ordinanza in questo senso. Altrimenti siamo sempre alle parole e non ai fatti». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala rivolgendosi in un video su Facebook al leader della Lega. Sala ha, quindi, detto di non essere d’accordo con la proposta di Salvini: «In questi momenti credo che la fede possa e deve essere un fatto personale e privato», ha aggiunto.

LE PAROLE DI UN SACERDOTE

«Caro #Salvini, oggi le chiese sono chiuse, perché noi preti rispettiamo la legge del nostro paese. Obbediamo ai nostri vescovi e non a te. Non usiamo il nostro popolo, ma lo amiamo. Non ci sta a cuore il consenso ma il bene comune. #domenicadellepalme».

Così su Twitter don Pino Pirri, giovane sacerdote marchigiano, conosciuto per la sua collaborazione con l’emittente dei vescovi Tv2000.

LEGGI ANCHE: Salvini: “Tutti chiedono un anno di pace fiscale nel 2020”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta