x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Coronavirus via in primavera? L’infettivologo: “Non c’è nessuna prova scientifica”

Voce Contro Corrente

Coronavirus via in primavera? L’infettivologo: “Non c’è nessuna prova scientifica”

giovedì 05 Marzo 2020 - 15:28
Coronavirus via in primavera? L’infettivologo: “Non c’è nessuna prova scientifica”

Così a Sky TG24 Massimo Galli, primario infettivologo dell'ospedale Sacco di Milano. Ha detto la sua anche sulla chiusura delle scuole in tutta Italia.

Chi dice che possiamo aspettarci un calo dei contagi da coronavirus con la primavera e l’aumento delle temperature «è speranzoso di una cosa che non ha una prova scientifica minima».

Così a Sky TG24 Massimo Galli, primario infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano. «Se si ragiona sulle pandemie influenzali del passato, la spagnola è comparsa in primavera, per l’H1N1 noi abbiamo avuto il picco a ottobre. Un virus nuovo, che ha tutta una serie di persone che non sono immuni, fa un po’ quello che gli pare. In questo caso nessuno è immune al virus, è completamente nuovo per l’umanità», ha aggiunto.

A proposito, poi, della chiusura delle scuole, Galli ha affermato: «Ad essere molto onesto la mia posizione è per il sì, anche se è evidente che non essendoci precedenti e facile dire che non ci sono dati provati che sostengono una misura come questa. Ci sono – ha spiegato l’esperto – alcune evidenze: ad esempio bambini e adolescenti che stanno benissimo, ma hanno l’infezione e trasmettono il virus; di questo dovremo capire il perché. È quindi possibile che le scuole facciano da amplificatore. Inoltre se si bloccano le scuole si bloccano molti dei movimenti per le città in ore di punta con mezzi di locomozione affollati».

LEGGI ANCHE: Coronavirus, tutte le misure contenuti del nuovo Decreto del Presidente del Consiglio.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta