x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Miss Italia: attacchi a Sevmi Tharuka Fernando, la finalista dalle origini cingalesi

Voce Contro Corrente

Miss Italia: attacchi a Sevmi Tharuka Fernando, la finalista dalle origini cingalesi

giovedì 05 Settembre 2019 - 11:46
Miss Italia: attacchi a Sevmi Tharuka Fernando, la finalista dalle origini cingalesi

Il colore della pelle, secondo alcuni, non la renderebbe adatta al celebre concorso nazionale. Ma la concorrente va avanti ancora più determinata di prima.

Il colore della pelle, secondo alcuni, non la renderebbe adatta al celebre concorso nazionale. Ma la concorrente va avanti ancora più determinata di prima.

(di Gina Lo Piparo) Le polemiche non mancano mai, soprattutto quando si tratta di Miss Italia, il celebre concorso di bellezza giunto ormai alla sua ottantesima edizione. Bersaglio degli hater in questi giorni è stata Sevmi Tharuka Fernando, finalista ventenne di Padova, residente a Villanova Camposampiero ma di origini cingalesi.
Motivo delle critiche – come già purtroppo avvenuto in passato – il colore della sua pelle. «Tu non rappresenti i canoni di bellezza italiani, non meriti di partecipare a Miss Italia», qualcuno ha commentato dai social, dove molti, pur non negando la bellezza della finalista, hanno sostenuto posizioni simili definendola non idonea ad un concorso che premia la più bella della nostra nazione.
Nata da un papà trasferitosi dallo Sri Lanka trent’anni fa e da una mamma che dopo qualche hanno lo ha seguito, Sevmi si è mostrata consapevole e determinata: «Purtroppo ci sono ancora tanti pregiudizi, tanta gente non accetta che io sia italiana solo perché ho la pelle scura. Fossi stata figlia di genitori tedeschi e fossi nata in Italia, sono convinta che questa discriminazione non sarebbe mai nata» ha dichiarato al Corriere del Veneto.
«È successo varie volte da quando ho vinto la prima fascia alle selezioni locali del concorso, e anche recentemente. Sono persone che mi scrivono in privato per non esporsi ma la questione non cambia. Partecipo al concorso anche per abbattere queste discriminazioni e continuo per la mia strada. Se qualcuno mi critica significa che sono stata notata tra le tante. Cosa ho risposto? Ignoro questi attacchi, perché credo che chi è così tarato non cambierà mai idea. Me ne infischio e vado avanti», ha aggiunto.
La determinazione deve essere dote di famiglia, perché anche i genitori di Sevmi si sono mostrati caparbi dando pronto sostegno alla figlia: attraverso un’opera di volantinaggio hanno invitato tutta la comunità di Villanova Camposampiero a sostenere la partecipazione della ragazza alle finali del concorso, in diretta su Rai Uno venerdì 6.
Dai social poi sono arrivate anche diverse manifestazioni di supporto alla concorrente, tra cui quella di Denny Mendez, vincitrice del concorso nel 1996 e bersaglio di infinite polemiche per via delle sue origini dominicane. Al suo «Auguri! In bocca al lupo» su Instagram, Sevmi ha risposto con «Grazie infinite Viva il lupo!».
Sevmi, tuttavia, non sarà l’unica concorrente di origini straniere che venerdì vedremo sullo schermo; al suo fianco, tra le ottanta finaliste, anche una di origine marocchina e una di origine ucraina. Come dichiarato dalla patron del concorso, Patrizia Mirigliani – che oltre al caso della Mendez ha citato anche quello di Samira Rui, friulana di origini senegalesi che nel 2017 si classificò terza: «Miss Italia da sempre coglie e integra l’evoluzione sociale del Paese. C’è un modello di integrazione che cresce, che si evolve e che non possiamo ignorare».

Gina Lo Piparo