x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Si può essere gay senza sottostare alla lobby lgbt?

Voce Contro Corrente

Si può essere gay senza sottostare alla lobby lgbt?

venerdì 19 Luglio 2019 - 12:11
Si può essere gay senza sottostare alla lobby lgbt?

Notizie e argomenti gay hanno monopolizzato la scena: tra rivendicazioni, diritti, matrimoni e gay pride; ma esistono gli anticonformisti del pensiero unico lgbt?

Molti omosessuali dichiarati, negli anni, si sono definiti non conformi al trend esclusivo, considerando le richieste delle lobby troppo esasperanti. Tra loro troviamo la star inglese Rupert Everett, che attirò su di sé critiche per aver definito impossibile la crescita di un bambino da parte di due padri. Il regista Franco Zeffirelli, ostile ad ogni forma di parata carnevalesca, espresse totale distacco dalla comunità, considerando la presenza della donna fondamentale per l’umanità. Anche Nino Spirlì, autore e giornalista politicamente scorretto, è un sostenitore della famiglia tradizionale; nel suo libro, nel quale spiega il suo dissenso, asserisce che un bambino ha bisogno di una “coppia” di genitori, non di un “paio”. Altri sostenitori della famiglia tradizionale, insultati e addirittura boicottati, sono il duo della moda Dolce e Gabbana, contrari ad ogni forma di utero in affitto o figli sintetici scelti da un catalogo. Per queste affermazioni sono stati aspramente criticati dal jet set internazionale, diventando un caso mediatico. Ma le voci dei vip non sono isolate tra gli omosessuali: da anni in Francia scendono in piazza anche gruppi e associazioni gay per manifestare contro la pratica dell’utero in affitto, rivendicando la diversità sessuale ma rifiutando ogni forma di adozione e di bimbi nati da madre surrogata. Il movimento,” Manif pour tous” ha portato milioni di persone in piazza a manifestare, insieme ai gruppi “HomoVox” e “Plus gay sans mariage”.

Raramente si sentono voci fuori dal coro, ma bisogna dare spazio anche a chi segue la teoria del “ Think different”. Ribadiamo sempre la diversità di ogni individuo, soprattutto nel pensiero che non trova tolleranza negli estremisti dell’ideologia. Il fatto che si espongano omosessuali, li porta a giudizi più severi per non aver accettato di accodarsi al trend esclusivo, ma sicuramente, da voci fuori dal coro , diventano portavoce della gente comune che si batte ogni giorno e si sente meno sola in questa battaglia.

Filippa Tagliarino