x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

In Belgio boom di eutanasia, una strage senza fine

Voce Contro Corrente

In Belgio boom di eutanasia, una strage senza fine

lunedì 04 Marzo 2019 - 13:19
In Belgio boom di eutanasia, una strage senza fine

Dal 2003, anno in cui le istituzioni hanno legittimato l’interruzione volontaria delle cure, il numero dei casi è cresciuto a dismisura

Sono oltre 2450 i casi di eutanasia avvenuti in Belgio nel solo 2018. Si tratta di un dato che segue la tendenza al rialzo degli ultimi quindici anni. Nel 2003, infatti, anno in cui la sospensione volontaria delle cose è diventata legittima, le persone morte tramite eutanasia erano poco più di 200. Il macabro trend è andato via via aumentando, passando per il 2014, in cui il governo ha dato via libera a tale pratica anche per i minori. Diversi infatti sono stati i casi di ragazzini fra i nove e i diciassette anni che in questi anni sono stati accompagnati tristemente alla morte, per scelta dei genitori. Insomma, un record negativo, che segna un primato tutt’altro che lusinghiero per tutto il popolo belga.

Ma il dato diventa ancor più allarmante se si considerano le reali condizioni dei pazienti che hanno subito eutanasia. Nel mare magnum dei casi, molti riguardavano persone tutt’altro che terminali: depressi, afflitti problemi mentali o di comportamento. Insomma, una piaga che sta prendendo sempre più largo e rischia di diventare una prassi consolidata, priva di sentimento.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta