x

Selezionati per te (1 di 1 articoli):

<< >>

Mafie straniere: macumbe nigeriane, cinesi e albanesi conquistano l’Italia

Voce Contro Corrente

Mafie straniere: macumbe nigeriane, cinesi e albanesi conquistano l’Italia

giovedì 14 Febbraio 2019 - 07:32
Mafie straniere: macumbe nigeriane, cinesi e albanesi conquistano l’Italia

L’analisi della criminalità organizzata che dall’estero ha conquistato il nostro paese.

L’Italia è diventata terra di conquista delle mafie straniere. Non bastavano Cosa nostra, Camorra, ‘Ndrangheta, Sacra corona unita e compagnia cantante, oggi il “bel paese” risulta essere la nuova base della criminalità organizzata di Nigeria, Cina e Albania. Lo racconta stamattina l’Agi che riporta i dati del rapporto semestrale, pubblicato di recente dalla Direzione Investigativa Antimafia.

Il primato degli albanesi. Quella originaria dell’Europa dell’est continua a essere oggi la rete criminale più diffusa sul territorio della penisola. Costante la capacità di reclutamento, a simboleggiare una realtà in continuo evoluzione e radicamento nel territorio. La mafia albanese si distingue per l’attività di narcotraffico e sfruttamento della prostituzione.

Italia conquistata dai nigeriani. Nonostante i suoi contatti con il nostro paese siano più recenti, la mafia nigeriana è ormai fra le realtà criminali più consolidate su tutto il territorio nazionale. Diffusa da nord a sud, con una massiccia presenza in Sicilia e Sardegna, è specializzata nel traffico di essere umani e di sostanze stupefacenti. Ne fanno parte anche diversi gruppi legati a ritualità esoteriche, voodoo e macumbe.

La cina. Interessi simili sono quelli della mafia derivante dall’estremo oriente. Le unità criminali organizzate originarie della cina sono essenzialmente diffuse al nord e si sono specializzate sia nell’ambito dell’immigrazione clandestina, sia nel traffico di sigarette e altri prodotti di contrabbando.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta