Cultura & ScienzeGender

15enne prova a bloccare il Pride con un crocifisso

Un 15enne ha cercato di bloccare un Gay Pride a Plock, in Polonia: mostrava un crocifisso contro il male.

Un quindicenne ha dato grande prova di coraggio a Plock, in Polonia, tentando di bloccare il Gay Pride con una sola arma: il crocifisso.

Il ragazzo, estremamente devoto, si chiama Jakub Baryla e si definisce come un fervente credente.

“Sono devoto a Dio e a Gesù – ha dichiarato – e ho provato a parlare con la Loro voce, chiedendo di smetterla con tutto ciò che è male”.

Il suo caso si è diffuso molto velocemente su Twitter perché, da solo, ha provato a fermare oltre 1.000 partecipanti alla marcia LGBT di Plock.
Anche se non è riuscito nel suo intento, il solo fatto di essersi mostrato in questo modo ha fatto di lui un piccolo eroe cristiano.

“Gesù e la croce si innalzano davanti al male e al peccato – ha scritto su Twitter il ragazzo, rispondendo a chi lo elogiava – e la fede ci comanda di opporci alle manifestazioni del male”.

“Non ho fatto nulla di speciale perché ho solo seguito gli insegnamenti di Dio.”

Dopo il suo gesto il ragazzo, che fa parte anche del Concilio dei Giovani di Plock, ha invitato tutti i suoi coetanei a non subire passivamente “le dimostrazioni di devianza”.

A chi gli ha chiesto se avesse avuto paura, ha risposto: “no, non ho pensato alla paura. Sapevo che Dio mi avrebbe difeso. Ero focalizzato su di lui”.

Tag

Articoli correlati

Back to top button
Close